REGIONE CAMPANIA SVILUPPO RURALE 2014-2020

OGGETTO

La Regione Campania ha emanato il decreto numero 622 del 23 ottobre 2023, presentando un avviso mirato allo sviluppo rurale dedicato alle imprese più giovani e con modesti fatturati. L’obiettivo principale è agevolare i processi di digitalizzazione aziendale attraverso l’utilizzo delle tecnologie incluse nel piano di Transizione 4.0 e promuovere lo sviluppo di canali commerciali, come l’e-commerce, insieme a tecnologie utili per migliorare la tracciabilità dei prodotti agricoli trasformati.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono partecipare all’avviso le imprese iscritte alla Camera di Commercio che operano nel settore della lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. Le imprese devono essere costituite da meno di un anno o avere un fatturato contabile inferiore a Euro 700.000,00 nell’anno 2022.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI

L’intervento, focalizzato su processi di lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, sostiene investimenti diretti come il miglioramento di beni immobili, l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature, nonché l’implementazione di programmi informatici, brevetti e licenze. Gli investimenti devono incorporare almeno una delle tecnologie o strategie di digitalizzazione indicate.

BENEFICIO

La dotazione finanziaria totale per l’avviso è di 11.744.347 Euro. La spesa massima ammissibile per progetto e beneficiario è di 500.000 Euro, con un sostegno del 60%. Per operazioni al di fuori dell’ambito dell’art. 42 del TFUE, si applica il regime “De Minimis” con un importo massimo di 330.000 Euro per progetto e beneficiario, contribuendo fino a un massimo di 200.000 Euro nel corso di tre anni.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili comprendono il miglioramento di immobili, l’acquisto di nuovi impianti e attrezzature, programmi informatici e servizi di consulenza. Le spese generali sono riconosciute in percentuali definite in base al finanziamento.

SCADENZA

Le domande possono essere compilate dalle ore 10.00 del 20 novembre 2023 alle ore 16.00 del 20 dicembre 2023, con l’invio il 21 dicembre 2023 dalle ore 10.00 alle ore 16.00. L’erogazione avverrà tramite procedura “valutativa a sportello” entro la scadenza del 15 gennaio 2024 alle ore 16.00.

RICHIEDI INFORMAZIONI

    Autorizzo al trattamento dati personali, in riferimento agli articoli 13/14 del GDPR 679/16, secondo le modalità e nei limiti di cui all’informativa presente nel sito.

    Motivazione del rimborso

    X